Home Oggi Comunicazioni 12 ottobre 2010 - Pordenone

12 ottobre 2010 - Pordenone

"100per100cassin - Parole Semplici - Peraulis scletis" 

La Fondazione Riccardo Cassin in occasione dei festeggiamenti del centenario di Riccardo ha ideato una mostra, realizzata presso la sede ANCE Lecco nella “Casa dei costruttori” con il materiale storico dell’archivio e denominata “100per100cassin. Parole semplici” . Abbiamo desiderato che questo evento potesse lasciare un segno in chi ha partecipato come visitatore. Le oltre tremila visite e la presenza di centinaia di bambini attraverso i laboratori didattici organizzati, ci hanno infatti permesso di comprendere che il messaggio che volevamo trasmettere è stato colto dalla città in cui Riccardo ha trascorso la sua vita e alla quale era particolarmente legato.

Grazie al successo ottenuto, la Fondazione Riccardo Cassin ha deciso di far continuare a vivere questa mostra interamente dedicata agli insegnamenti, a quello che Riccardo ha saputo trasmettere e che ancora oggi può dare ai giovani. Amicizia, rispetto, libertà, prudenza, volontà, amore… Parole semplici, ma ricche di valore, che hanno segnato tutta la vita di Riccardo Cassin, il grande alpinista lecchese che ci ha lasciato, all’età di cent’anni, il 6 agosto 2009. Un “signore delle montagne” che ha scritto con le sue leggendarie imprese la storia dell’alpinismo internazionale del Novecento. Ma anche un pugile, un operaio, uno sciatore, un imprenditore, un partigiano, un marito, un padre, un nonno.

Raccontare da vicino e in modo originale Riccardo è l’obbiettivo che desideriamo proporre con l’evento “100per100cassin. Parole semplici - Peraulis scletis” allestito presso gli spazi espositivi in via Bertossi di Pordenone dal 12 ottobre al 2 di novembre 2010. Parole semplici, che nella vita di Riccardo hanno significato molto per se stesso e per tutti coloro che hanno ascoltato i suoi insegnamenti. Parole semplici che vengono riproposte come messaggio che supera i confini del tempo e arriva ai visitatori della mostra e ai più giovani in particolare.

Il percorso si snoda attraverso la ricostruzione del campo base del Gasherbrum IV, una galleria di 70 immagini che ritraggono i diversi aspetti della sua vita e una serie di brevi filmati dove Riccardo spiega i valori di una vita come la sua, piena di amicizia e amore; ci insegna cosa sia il sacrificio e sottolinea come si possa attraverso la volontà raggiungere il più autentico obiettivo: la libertà.

 

 
Web by Libra s.r.l